Aminta by Torquato Tasso; M. Corradini (ed.)

By Torquato Tasso; M. Corradini (ed.)

Show description

Read or Download Aminta PDF

Similar dramas & plays books

Rhesos (Greek Tragedy in New Translations)

The tale of a futile quest for wisdom, this historic anti-war drama is likely one of the ignored performs in the corpus of Greek tragedy. Euripides' shortest tragic paintings, Rhesos is exclusive in missing a prologue, scary a few students to the belief that the start of the play has been misplaced. during this interesting translation, Rhesos is not any longer taken care of as a spinoff Euripidean paintings, yet particularly because the tightly-knit tragedy of data it truly is.

Christopher Marlowe: The Plays and Their Sources

This significant paintings brings jointly, for the 1st time in one quantity, the entire well-known assets of Marlowe's dramatic paintings. the various forty-two texts awarded listed here are of remarkable curiosity of their personal correct. jointly they remove darkness from the cultural milieu which fostered Marlowe's expertise, and deepen our appreciation of his dramatic tools.

A W.B. Yeats chronology

W. B. Yeats, one of many maximum poets who wrote in English, was once additionally a playwright, theater director, essayist, Senator, and life-long occultist. He knew essentially each vital determine within the cultural and public lifetime of his time, together with Oscar Wilde, Winston Churchill, James Joyce, Ezra Pound, and Eamon de Valera.

The Dialogical Theatre: Dramatizations of the Conquest of Mexico and the Question of the Other

During this adventurous and wide-ranging ebook, Harris weaves an interesting story of Franciscan Missionary theatre in early colonial Mexico and Indigenous dramatizations of the topic of conquest in sleek Mexico. He bargains clean readings of representations of the conquest of Mexico via Dryden and Artaud and engages in a full of life discussion with Bakhtin's insistence that drama is a monological style.

Extra info for Aminta

Example text

Al di là di tali letture a chiave, tuttavia, importa ora mettere in rilievo un’altra valenza che emerge con chiarezza dall’Aminta. Se infatti è innegabile che questo nasca all’insegna della libertà e degli spazi di sperimentazione garantiti dalla sua appartenenza a un genere non aristotelico e pressoché vergine sotto il profilo della definizione teorica, risulta anche palese che Tasso intende costruire con esso una quasi-tragedia, forzando i limiti abitualmente assegnati alla favola pastorale. Molti dati contribuiscono a dimostrarlo.

Siamo dunque di fronte a un parodia a tutti gli effetti, ben in linea con la radicalizzazione operata in ambiente libertino di un singolo versante del più articolato messaggio tassiano. All’altro estremo, sul finire del XVII secolo incontriamo una rilettura di segno diametralmente opposto: l’Aminta moralizzato di Giovan Battista di Leone da San Fele, minore conventuale, stampato a Napoli nel 1691, su cui si veda Gallinaro 1995. Non di generica moralizzazione però si tratta, ma di una completa e puntualissima riscrittura in chiave spirituale del dramma, nel segno dell’«anagramma purissimo» annunciato nella dedica, per cui Aminta è volto in «Animat».

2. La tradizione pastorale ferrarese, le fonti e lo stile Il genere bucolico, inteso lato sensu, gode di una fortuna larghissima e pressoché ininterrotta, dalle sue origini classiche (Teocrito e Virgilio, per non nominare che i maggiori), attraverso un Medioevo in cui scrissero egloghe dialogate Dante, Petrarca e Boccaccio, fino agli sviluppi in lingua volgare, che vedono in primo piano l’Arcadia cantata dal pastore Sincero, alias Iacopo Sannazaro. Tra le costanti che caratterizzano il codice pastorale, due in particolare, e cioè l’abituale natura dialogica dei testi e la valenza allegorica che spesso li contraddistingue, rendono quasi obbligato fra Quattro e Cinquecento un suo sbocco sui palcoscenici: si afferma così, nel contesto delle corti settentrionali come anche in quella romana, l’egloga rappresentativa, mentre in ambiente borghese e cittadino questa prende spesso la forma della commedia rusticale, i cui esempi più noti sono quelli prodotti dalla senese Congrega dei Rozzi; e non sarà forse del tutto superfluo ricordare, in chiave tassiana, che «i cultori della materia arcadica», al di fuori delle sedi principali di Siena e Venezia, «gravitano soprattutto intorno ai due centri universitari di Padova e di Bologna» (Pieri 1994, p.

Download PDF sample

Rated 4.19 of 5 – based on 50 votes